Loading

Badia Calavena, così nel 2006

È stata una sfida a due, quella che ha visto i candidati Ermanno Anselmi e Pietro Ambrosi contendersi la carica di primo cittadino di Badia Calavena, nelle consultazioni amministrative svoltesi nel 2006. Alla fine la vittoria ha arriso al primo dei due rivali, che ha ottenuto i tre quarti dei consensi.

Nell’occasione l’affluenza è stata positiva, seppur in calo rispetto alle comunali precedenti.

Più nel dettaglio, Ermanno Anselmi, con la sua lista civica, ha raggiunto il 74,49 per cento delle preferenze, accumulando un “tesoretto” di 1.241 voti in numeri assoluti. Più staccato, invece, Pietro Ambrosi, rappresentante della Lega Nord, che si è dovuto accontentare del 25,51 per cento dei consensi, con 425 voti. Alle urne le schede non valide sono state in tutto 42, di cui 12 bianche.

Per quanto riguarda i dati relativi alla partecipazione ai seggi, nel 2006 l’affluenza alle amministrative di Badia Calavena è stata dell’82,91 per cento, con 1.708 persone che hanno deciso di recarsi alle urne, su un totale di oltre 2mila elettori.

Quelle del 2006 possono essere considerate delle consultazioni di “transizione”, che hanno visto la fine dell’“era” di Stefano Antonio Valdegamberi. Il sindaco uscente aveva indossato la fascia tricolore per la prima volta nell’aprile del 1997 ed era stato riconfermato nel 2001, conquistando così il suo doppio mandato. In quest’ultima occasione Valdegamberi aveva ottenuto un risultato di peso, riuscendo ad aggiudicarsi l’84,6 per cento delle preferenze con la sua lista civica. Ottimo era stato, sempre nel 2001, il dato relativo all’affluenza: allora si erano recati alle urne l’88,1 per cento degli aventi diritto. Dunque la partecipazione alle amministrative del 2006, appena cinque anni dopo, ha registrato un calo evidente, con una perdita di quasi otto punti percentuali. È stata però una riduzione “fisiologica”, comune ad altre realtà del Veronese e in linea con la tendenza registrata anche a livello nazionale.

BADIA CALAVENA, così nel 2006

Articolo successivo

Badia Calavena
Badia Calavena, così nel 2011

Autore