Loading

Attenzione ai sondaggi elettorali

Non c’è campagna elettorale che si rispetti senza sondaggi elettorali, ovvero quegli “strumenti” statistici utilizzati per conoscere le tendenze di un determinato “mercato”, anche dell’elettorato pubblico. Proprio in quest’ambito devono seguire regole ben definite, dettate dalla legge numero 28 del 2000, che costituisce una raccolta delle disposizioni che garantiscono la parità di accesso agli strumenti comunicativi durante le campagne elettorali e referendarie.

Si tratta di una legge che promuove e disciplina l’accesso ai mezzi di informazione per la comunicazione politica, con l’obiettivo di garantire la parità di trattamento e l’imparzialità rispetto a tutti i soggetti politici. Questa legge, inoltre, regolamenta con lo stesso fine l’accesso ai mezzi di informazione durante le campagne per l’elezione al Parlamento europeo, le elezioni politiche, regionali e amministrative e per ogni referendum.

Nei primi articoli di questa legge si affronta con precisione il tema della comunicazione politica radiotelevisiva: nel primo comma, nello specifico, si afferma che le emittenti televisive devono assicurare a tutti i soggetti politici l’accesso all’informazione e alla comunicazione politica con imparzialità ed equità.

Per approfondire il tema dei sondaggi elettorali è necessario leggere l’articolo 8. In questo passaggio si dichiara che nei quindici giorni precedenti la data delle votazioni è vietato rendere pubblici o, comunque, diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito delle elezioni e sugli orientamenti politici e di voto degli elettori, anche se questi sondaggi sono stati effettuati in un periodo precedente a quello del divieto.

I risultati dei sondaggi realizzati al di fuori del periodo definito possono essere diffusi soltanto se accompagnati da specifiche indicazioni, relative, ad esempio, al soggetto che ha realizzato il sondaggio, il committente, i criteri seguiti per la formazione del campione, il metodo di raccolta e di elaborazione dei dati, il numero delle persone interpellate e l’universo di riferimento.

Le violazioni delle disposizioni descritte all’interno di questa legge sul sondaggio elettorale sono perseguite d’ufficio dalle autorità. Ciascun soggetto politico può eventualmente denunciare eventuali violazioni entro dieci giorni dal fatto.

Autore