Loading

Rappresentanti di lista

Scrutatore, segretario, presidente: queste sono le figure principali che compongono il seggio elettorale. Ad esse si affiancano però anche gli “invisibili” di ogni consultazione, i rappresentanti di lista.

I rappresentanti di lista sono le persone incaricate di seguire tutte le operazioni elettorali all’interno di un ufficio elettorale di sezione e di verificare eventuali irregolarità per conto di una delle liste che concorrono alle elezioni. La loro presenza nella sezione è facoltativa. Se presenti, durante l’esercizio delle loro funzioni essi sono considerati, per ogni effetto di legge, pubblici ufficiali, come gli altri membri dell’ufficio.

I rappresentanti di lista sono designati dai delegati di lista, indicati da ciascuna delle liste al momento del deposito delle candidature. Le designazioni di queste figure devono essere fatte per iscritto con firma autenticata da pubblici ufficiali: notai, giudici di pace, segretari delle procure della Repubblica, presidenti delle province o sindaci, assessori comunali e provinciali. Possono essere designati due rappresentanti di lista per ogni seggio, uno effettivo e uno supplente. Per assumere questo ruolo, inoltre, occorre essere cittadini italiani maggiorenni e risultare iscritti alle liste degli elettori del territorio interessato alla votazione.

Tra le facoltà dei rappresentanti di lista rientra il diritto di assistere a tutte le operazioni elettorali sedendo al tavolo del seggio, la possibilità di far inserire sinteticamente nel verbale eventuali dichiarazioni e di apporre eventualmente la loro firma nel verbali del seggio o nelle strisce di chiusura dell’urna contenenti le schede votate.

I presidenti di seggio, inoltre, devono consentire ai rappresentanti di lista di adempiere al loro incarico in modo completo e nella più ampia libertà, compatibilmente con l’esigenza di assicurare il regolare svolgimento delle operazioni elettorali. Se ne fanno richiesta, coloro che ricoprono questo incarico possono assistere alle operazioni di raccolta del voto effettuate dal seggio speciale o dal seggio volante, in luoghi specifici come le case di cure. Inoltre, i rappresentanti di lista possono anche trattenersi all’esterno della sala della votazione durante il tempo in cui questa rimane chiusa.

Al pari dei componenti del seggio, i rappresentanti di lista sono tenuti a osservare limiti e divieti nel trattamento di dati personali, anche di natura sensibile, nel rispetto del diritto alla riservatezza e del principio costituzionale della libertà e segretezza del voto. In particolare, non possono compilare elenchi di persone che si siano astenute dal partecipare alla votazione o, al contrario, che abbiano votato.

Articolo precedente

Voto Assistito
Il voto assistito

Articolo successivo

Come si vota alle regionali
Come si vota alle regionali

Autore