Loading

Ecco come diventare scrutatore

Comunali, regionali, politiche, europee e referendum, ogni volta che c’è una votazione è necessario allestire dei seggi elettorali. In questi è possibile partecipare in maniera attiva diventandone uno dei componenti. Chi fosse interessato a farlo nelle prossime righe può capire come diventare scrutatore.

Prima di addentrarci in questo tema, è opportuno fornire qualche informazione in più sulla composizione del seggio elettorale. In ogni sezione viene costituito un seggio composto da un presidente, un segretario e quattro scrutatori, uno dei quali, a scelta del presidente, può assumere la carica di vicepresidente. Per la validità delle operazioni devono sempre essere presenti almeno tre componenti, tra cui presidente o vicepresidente.

Ecco, nel dettaglio, come diventare scrutatore. La prima cosa da fare è iscriversi all’albo delle persone idonee ad essere nominate scrutatore di seggio elettorale: a questo albo possono partecipare i cittadini italiani che abbiano completato gli obblighi scolastici, elettori nel comune in cui si fa richiesta. Una volta inseriti nell’elenco, gli scrutatori sono nominati in ciascun Comune nel periodo compreso tra il venticinquesimo e il ventesimo giorno prima del voto. Alla nomina provvede la commissione elettorale comunale o, eventualmente, la commissione straordinaria o il commissario per la provvisoria amministrazione del Comune. In quest’occasione si provvede anche alla formazione della graduatoria dei supplenti per la sostituzione degli scrutatori nominati che non possono partecipare alle operazioni del seggio per grave impedimento.

Ecco, quindi, come diventare scrutatore. Una volta ottenuto l’incarico, è fondamentale essere consapevoli dei propri compiti, ossia: autenticare le schede, registrare gli elettori che si presentano a votare, svolgere le operazioni di spoglio e scrutinio delle schede votate e, infine, recapitare i plichi contenenti il verbale e gli altri atti delle operazioni di voto e di scrutinio. Se il presidente lo richiede, inoltre, gli scrutatori possono esprimere il loro parere qualora occorresse decidere sui reclami o risultasse necessario risolvere difficoltà e incidenti sollevati nel corso delle operazioni elettorali.

Autore