Loading

Affi, riconfermato Bonometti alle Comunali del 2016

È stato Roberto Bonometti della Lista Civica “Futuro Insieme” a conquistare la poltrona di primo cittadino nel Comune di Affi in occasione delle Amministrative del 2016, superando l’altra candidata in corsa per la fascia tricolore, Monica Burato, della Lega Nord.

Per Bonometti si è trattato di un’ulteriore riconferma, dopo la vittoria nelle due precedenti tornate elettorali: nel 2011 era stato infatti l’unico candidato in gara, arrivando così alla guida del Comune con un “bottino” di 984 voti. Nelle Comunali del 2006, invece, ha dovuto gareggiare con quattro concorrenti alla fascia tricolore: oltre a Bonometti c’erano infatti anche Giancarlo Zanetti a rappresentare una lista civica, Pasqualino Lorenzini per “Uniti” e Dario Melotti della “Liga Fronte Veneto”. In quell’occasione Roberto Bonometti, a capo di una lista civica, era riuscito a superare gli sfidanti con il 43,2 per cento delle preferenze.

Alle amministrative del 2016, il sindaco uscente ha invece raggiungendo il 68,07 per cento dei voti, per un totale di 806 preferenze, contro il 31,93 per cento (pari a 378 voti) di Monica Burato, che ha comunque conquistato tre dei dieci seggi a disposizione.

Per quanto riguarda il dato legato alla partecipazione, l’affluenza si è attestata al 65,14 per cento: hanno votato 1.226 cittadini su un totale di 1.882 aventi diritto. Le schede bianche sono state 14, mentre quelle nulle 28.

Tre gli obiettivi principali con cui Bonometti si è presentato alle elezioni del 2016 ad Affi: migliorare la qualità della vita, riqualificare il territorio e gestire come un buon padre di famiglia le risorse, dando priorità alle famiglie in difficoltà. Burato, invece, si era presentata con un programma politico centrato sulla messa in sicurezza e ampliamento della scuola elementare; sul rispetto dell’ambiente e la salvaguardia del territorio; sul potenziamento della Polizia Urbana e il contrasto all’accattonaggio e all’abusivismo.

Autore