Loading

Verona 2017, si avvicinano le primarie per il Pd

Si è svolto venerdì 24 marzo il primo confronto in pubblico tra i tre candidati alla primarie del Partito democratico, in vista delle prossime Amministrative di Verona. I due incontri previsti in precedenza (il 20 e il 21 marzo) erano infatti stati annullati in seguito ad un grave lutto che ha coinvolto uno dei tre sfidanti, Orietta Salemi.

Il confronto, in particolare, si è svolto al Teatro Stimate e ha visto la partecipazione, oltre che al precedente segretario del Pd comunale Orietta Salemi, anche l’ex consigliere regionale Gustavo Franchetto e il consigliere comunale Damiano Fermo. I tre hanno risposto alle domande del giornalista Lillo Aldegheri relative ai rispettivi programmi amministrativi con cui si presenteranno alla prossime elezioni.

Prima dell’incontro Enzo Righetti, presidente della commissione per le primarie, aveva auspicato: “Vogliamo che a ciascuno sia data la possibilità di esprimersi al meglio delle proprie possibilità, perché crediamo nelle primarie come grande strumento di partecipazione democratica”.

Durante l’incontro i tre candidati hanno avuto l’occasione di spiegare i punti del loro programma e le loro posizioni, ma non sono mancati commenti relativi agli avversari delle Amministrative, sottolineando in particolare la presenza del Movimento 5 Stelle e la Lega Nord.

Il tutto in attesa delle primarie interne al Partito democratico, in programma il 2 aprile, dalle 8 alle 21, in diversi seggi della città scaligera. Potranno votare tutti i residenti nel comune di Verona con almeno 16 anni e che aderiscono alla proposta politica programmatica del Partito democratico, con un contributo di 2 euro.

Il Pd si appresta dunque a trovare il proprio candidato sindaco in vista della prossima tornata elettorale, dopo le rinunce, nei mesi scorsi, dell’ex calciatore Damiano Tommasi e del poliziotto-scrittore Gianpaolo Trevisi.

Autore