Loading

Limite mandati dei sindaci, spunta il terzo appello

Nel 2014 è stata introdotta una nuova norma, contenuta all’interno del disegno di legge di riforma degli enti locali voluta dal ministro Graziano Delrio, che ha mutato la legislazione riguardo il limite di mandati dei sindaci.

In modo particolare la decisione ha introdotto un’importantissima novità per quel che riguarda i comuni sotto i 3mila abitanti, introducendo la possibilità di un terzo mandato per i primi cittadini che abbiano già svolto due legislature alla guida dei comuni la cui popolazione sia compresa entro queste dimensioni.

Il cambio della normativa riguardante il limite dei mandati dei sindaci non è la sola novità introdotta che ha a che fare con i piccoli comuni: la “riforma Delrio”, come è comunemente chiamata, ha segnato anche una “retromarcia” per quel che riguarda le giunte dei comuni sotto i mille abitanti: dopo che queste erano state azzerate, si è deciso infatti di reintrodurre le figure di due assessori che lavorino a stretto contatto con il sindaco.

Per quanto riguarda la tornata elettorale per le comunali della primavera 2016 nel Veronese, la norma sul nuovo limite dei mandati dei sindaci potrebbe potenzialmente riguardare solo un numero ristretto di comuni: tolti infatti quelli superiori a 10mila abitanti – ovvero San Giovanni Lupatoto (25.016), Bovolone (16.139), Isola della Scala (11.577) e Grezzana (10.858) – tanti sono anche quelli che superano i tremila: Cologna Veneta (8.699), Nogara (8.665), Colognola ai Colli (8.427), Buttapietra (6.867), Arcole (6.144), Povegliano (5.228), Tregnago (4.926), Minerbe (4.667), Garda (3.978), Castagnaro (3.930), Isola Rizza (3.255), Belfiore (3.008) e San Pietro di Morubio (3.024).

Numeri dell’ultimo censimento alla mano, ecco allora che sotto i 3mila abitanti troviamo solo Pastrengo (2.893), Badia Calavena (2.661), Cerro Veronese (2.434), Affi (2.297), Roveré Veronese (2.127), Bonavigo (2.024) e Bevilacqua (1.787).

Tra questi, solo tre primi cittadini potranno provare a sfruttare l’estensione del limite dei mandati dei sindaci: sono Valentino Girlanda di Bevilacqua, Roberto Bonometti di Affi ed Ermanno Anselmi di Badia Calavena. Tutti e tre questi sindaci guidano, infatti, il loro comune dal maggio del 2006 e sono stati poi riconfermati alla tornata elettorale del 2011.

Autore