Loading

Amministrative 2017, Sboarina in campo per il centro destra

Le prossime elezioni Amministrative del comune di Verona si stanno avvicinando sempre di più e quasi tutti i principali schieramenti politici hanno già espresso il loro candidato sindaco: per quanto riguarda il centro destra, è in campo l’avvocato 45enne Federico Sboarina.

Nel suo discorso di presentazione di qualche giorno fa, l’ex assessore allo Sport in quota Alleanza Nazionale durante la prima amministrazione targata Flavio Tosi si è concentrato su due termini – unità e programmi – vere e proprie parole chiave del suo intervento. L’obiettivo, in particolare, è quello di dare nuovo vigore alla crescita della città e di migliorare la qualità della vita dei veronesi. L’avvocato, inoltre, ha paragonato la sua squadra a quella dell’Hellas Verona che ha conquistato lo storico scudetto nel 1985 sotto la guida di Osvaldo Bagnoli, sottolineando le circostanze dell’impresa: pur senza grandi campioni, i gialloblù erano riusciti comunque ad arrivare in vetta alla classifica. “Qui siamo una squadra – ha sottolineato – siamo tutti intercambiabili, non ci sono fuoriclasse”.

Con Federico Sboarina anche gli esponenti dei partiti e dei movimenti che hanno sostenuto la sua candidatura: Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Partito Pensionati, Partito liberale italiano, Verona Domani, Protagonisti per il Domani, Popolo Idea Libertà e, infine, Battiti, di cui l’avvocato è presidente.

Come si può leggere nel prospetto disponibile nel portale di Battiti, la forza motrice è la convinzione che cambiare le cose è possibile, grazie alle idee e grazie all’affetto non per le poltrone, ma alla gente, con un’attenzione anche alle realtà imprenditoriali, sociali e sportive che rappresentano il cuore pulsante di Verona. Quello che ci si propone è “un nuovo rinascimento per Verona, con una città aperta che parla, dibatte, si confronta per guardare oltre le proprie mura per crescere a livello nazionale e internazionale”.

Autore